Progetti Imprese

Scopri i progetti e servizi finanziati dai Bandi a cascata NODES. Seleziona gli ambiti di tuo interesse e naviga tra le 183 proposte che coinvolgono più di 310 realtà dal Nord Ovest al Sud d'Italia per 36,4 milioni di euro di finanziamenti.
Elenco in corso di aggiornamento.

Tag
Aree Spoke
2. Green technologies and sustainable industries
Bandi Linea A
BIOENPRO H2O
BioEnPro H2O estrae e covalorizza “sor’aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta” (San Francesco 1224). Le matrici di INPUT sono le risorse residuali di comunità da valorizzare (Biomasse; Fanghi; FORSU; Percolati; PSA) convertite in OUTPUT di BioEnergia, Prodotti ed Acqua. L’obiettivo è sviluppare e validare soluzioni sostenibili (TRL6) per piattaforme tecnologiche di bioeconomia circolare e granulare integrate e digitalizzate (SCADA; AI; IoT; Cybersecurity; Blockchain) con comunicazione sociale. La missione è fornire un modello di risposta decentrata e modulare conforme ai requisiti ESG (es. Polo Tecnologico Km Blu a Collegno con Sea Marconi promotrice - www.seamarconi.com).     Contatti: -
Economia circolare
Bandi Linea A
CUSTOS
Le schiume poliuretaniche sono ottimi isolanti termici per i sistemi di refrigerazione e per proteggere le batterie dei veicoli elettrici.  Ad oggi, non esistono sul mercato macchine dotate di analisi digitali e controllo predittivo della produzione nell’ambito dei prodotti a base di schiume poliuretaniche. Il progetto CUSTOS prevede di digitalizzare la produzione delle schiume realizzate massimizzando l’utilizzo di materia prima seconda ottenuta da fonti riciclate. L’obiettivo del progetto è la sensorizzazione della macchina, l’utilizzo dei dati raccolti al fine di migliorare le prestazioni di controllo e per sviluppare di algoritmi predittivi, integrati nel controllo e accessibili all’utente attraverso pagine dedicate nell’interfaccia operatore.      Contatti: - Alessandro Mancini, amancini@cannon.com
Economia circolare
Bandi Linea A
LiW@Space
Inserire un sistema vegetale in un ambiente pesantemente “ingegnerizzato” ed antropizzato qual è un modulo spaziale pressurizzato è qualcosa di poco esplorato. LiW@Space studia, progetta e prototipa una parete verde monitorata da una sensoristica avanzata e potenziata con capacità di intelligenza artificiale. Il progetto è pensato per ambienti chiusi; la parete verde permetterà di monitorare ed eventualmente degradare gli inquinanti ambientali. Le piante potranno essere mangiate in sicurezza. Nell’ottica dell’ottimizzazione estrema richiesta dal contesto spazio, soluzioni intelligenti per l’uso di acqua e substrati saranno studiati  anche in con strategie di Economia circolare.     Contatti: Pierangelo Farina, p.farina@bluegroup.it
Economia circolare
Bandi Linea B
ADTEXT
La ricerca di nuovi preparati per le operazioni di nobilitazione e funzionalizzazione dei tessili da sempre ha avuto un ruolo fondamentale nella catena del valore della filiera tessile, in particolare con la scoperta di nuove fibre di origine sintetica. Inoltre, la consapevolezza di contribuire con comportamenti virtuosi alla salvaguardia ambientale impone alle aziende tessili di rileggere criticamente le attuali modalità di produzione e sviluppo dei propri prodotti.   Il servizio di innovazione ADTEXT permette di analizzare le attuali tecniche di finissaggio (trattamenti di nobilitazione) del settore tessile e ricercarne ambiti di miglioramento, mediante analisi chimiche e fisiche che possano garantire, a parità di risultato finale, un minore impatto ambientale.       Contatti: - gdanelli@tot.it
Chimica verde
Bandi Linea B
EnSO
Le organizzazioni mirano a diversificare sempre più il loro approvvigionamento energetico e a ridurre i propri consumi, al fine di rispondere alle diverse sfide che si sono trovate ad affrontare in questo ultimo periodo, in particolare legate alle strategie di decarbonizzazione che le aziende stanno adottando   Il servizio riguarda il supporto alla realizzazione di una piattaforma software che permetta, attraverso la raccolta dei dati provenienti dai diversi asset energetici, di identificare e quantificare gli scenari di approvvigionamento energetico più adatti a coprire i fabbisogni delle organizzazioni, tenendo conto dei costi e degli obiettivi ambientali.     Contatti: - Valeria Pellerey, v.pellerey@trigenia.it 
Energie rinnovabili
Bandi Linea A
SMARTWATER
Il settore tessile rappresenta una sfida significativa in termini di impatto ambientale e sostenibilità. Nella regione del nord-ovest Italia, l'industria tessile è un punto di forza, ma l'adozione di pratiche sostenibili è ancora limitata. SMARTWATER vuole introdurre tecnologie avanzate per il riuso di acqua in ambito tessile. Il progetto sarà finalizzato alla realizzazione di un impianto modulare per il riuso dell’acqua nel settore tessile che permetterà fino al 70% di risparmio idrico e fino al 35% di risparmio energetico riservato al trattamento di acque reflue. e il recupero di sostanze chimiche da poter riutilizzare. Il tutto sarà accompagnato da tecnologie Internet of Things (IoT) per il monitoraggio in tempo reale delle sostanze presenti nelle acque trattate.     Contatti: Maurizio Bettiga, maurizio.bettiga@italbiotec.it
Trattamento acque
Bandi Linea A
VALO.RE.BIO
Lo sfruttamento dei materiali organici, intesi primariamente come sottoprodotti/co-prodotti delle filiere agroalimentari e scarti vegetali, è un target fondamentale della ricerca nel campo delle scienze ecocompatibili. VALO.RE.BIO è un progetto che mira all’applicazione di modelli di economia circolare, quali bioraffinerie integrate con filiere agricole locali, in grado di recuperare e dare alto valore aggiunto agli ingredienti contenuti nei sottoprodotti di produzione. L’idea progettuale nasce dall’esigenza di coniugare tecnologie innovative per la produzione di ingredienti funzionali per diversi mercati (cosmetico, dispositivi medici, nutraceutico-alimentare) con lo sviluppo di processi digitali che possano implementare in modo “intelligente” i processi produttivi, oltre a permettere un loro monitoraggio puntuale.      Contatti: Federica Carlomagno, federica.carlomagno@roelmihpc.com
Economia circolare
Bandi Linea A
CO2 ADSORBENT
Le tecnologie tradizionali di cattura e stoccaggio della CO2 hanno dimostrato limiti in termini di efficienza, costi elevati e prestazioni in presenza di umidità. Il progetto CO2-ADSORBENT si propone di sviluppare tecnologie avanzate e sostenibili per la cattura e il recupero della CO2 gassosa prodotta dai fumi di combustione negli impianti di piroscissione delle vernici, per poi reimpiegare la CO2 catturata nella produzione di ghiaccio secco. Un aspetto innovativo del progetto è l'integrazione del Digital Twin, un modello virtuale e dinamico che consente di simulare e monitorare in tempo reale il processo. L'implementazione della tecnologia consentirà di diminuire l'impatto ambientale degli impianti industriali, riducendo l'emissione di gas serra nell'atmosfera.   Contatti: Attilio Bernasconi, a.bernasconi@meccrios.it​​​​​​​
Economia circolare
Bandi Linea A
PROECO
Il mercato dei probiotici si sta espandendo grazie al sempre più consolidato potenziale benefico sulla salute. La produzione dei probiotici porta alla produzione di rifiuti (cosiddetti brodi esausti) che contengono sostanze che sono ancora preziose. PRO-ECO vuole minimizzare la quantità di rifiuti da smaltire derivanti dal processo di produzione dei probiotici. Per fare ciò, studia come estrarre componenti di valore dai brodi esausti per produrre bevande e integratori postbiotici (ovvero le cellule batteriche rimaste, che verranno sottoposte ad inattivazione, i sottoprodotti o metaboliti post fermentazione). Una volta estratti e purificati, i composti postbiotici possono essere utilizzati come ingredienti funzionali, cosmetici e prodotti per la cura della persona, additivi per mangimi e applicazioni agricole.    Contatti: Giancarla Dondi, gdondi@progefarm.it
Chimica verde
Bandi Linea A
SMARTY
La diffusione di abitazioni o strutture dotate di un impianto fotovoltaico impone particolare attenzione ai sistemi di accumulo dell’energia solare in relazione ai costi e alla vita utile delle batterie. Nella normale utenza domestica accade frequentemente che vi siano degli sbilanciamenti tra potenza erogata dai pannelli solari e potenza assorbita dai carichi domestici. Tali sbilanciamenti vengono controbilanciati dal sistema di accumulo, ciò comporta un naturale invecchiamento delle batterie chimiche. SMARTY prevede l’introduzione di un set di supercondensatori da affiancare alla batteria chimica principale in grado di farsi carico di tali sbilanciamenti. Il vantaggio dei supercondensatori è di sopportare un numero di cicli di carica/scarica decisamente superiore a qualsiasi batteria chimica senza un sostanziale degrado di prestazioni. Lo scopo è ridurre il turn-over delle batterie chimiche.    Contatti: Gianni Lisini, g.lisini@ticinumaerospace.com
Energie rinnovabili
Bandi Linea A
STABIRA
Le acque utilizzate in ambito urbano e industriale (acque reflue) necessitano di un trattamento di depurazione; tale trattamento porta alla produzione dei cosiddetti fanghi di depurazione. Il problema dello smaltimento dei fanghi di depurazione ha assunto forte rilevanza a causa della crescente produzione. l progetto STABIRA analizza, mediante realizzazione di un sistema prototipale, un reattore per il trattamento dei fanghi di un impianto di depurazione municipale e industriale. Gli obiettivi sono la drastica riduzione dei fanghi biologici alla fonte; il riuso agricolo dei fanghi e trasformazione dell’impianto di trattamento delle acque reflue in produttore di risorse materiali ed energetiche. Il progetto verrà sviluppato dal Partner unico GIOTTO WATER Srl, azienda leader nel campo della depurazione delle acque e dei fanghi, che intende avvalersi della collaborazione in consulenza della Università degli Studi di Pavia – Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura, per le sue competenze in ambito di processi di depurazione e di componente digitale.    Contatti: Emanuela Giacomotti, emanuela.giacomotti@giottowater.com
Trattamento acque
Bandi Linea B
HPDC
Il servizio d’innovazione richiesto è necessario allo sviluppo di un progetto dedicato alla produzione di biometano attraverso un sistema ad alte prestazioni, compatto, per applicazioni decentralizzate, che si differenzia dalle soluzioni attualmente sul mercato che si basano su impianti grandi e centralizzati.    Contatti: Diego Pellicani, diego.pellicani@scrt-research.com
Energie rinnovabili
Bandi Linea B
NARCISO
Gli impianti di economia circolare sono accolti con grande preoccupazione e scetticismo dalla popolazione locale (sindrome NIMBY). Il servizio d’innovazione NARCISO risiede nella valutazione del potenziale d’impatto sociale di un modello di recupero di rifiuti organici per la produzione di matrici fertilizzanti rinnovabili per l’agricoltura e biogas, convertito in energia elettrica, termica e biometano, con sede a Vellezzo Bellini (PV). In particolare si mira alla quantificazione dei benefici socio-economici e di sostenibilità da essi apportati alla collettività ed al territorio.    Contatti: Federica Barone, federica.barone@neorisorse.net​​​​​​​
Economia circolare
Bandi Linea B
Re4Circular
La transizione dell’industria della moda verso un modello più circolare è tutt’altro che facile a causa di alcune problematiche della filiera degli indumenti usati. Il servizio d’innovazione richiesto è quello di sviluppare diversi algoritmi di Intelligenza Artificiale e logici che automatizzino il processo di classificazione e smistamento degli indumenti a fine vita, al fine di indirizzarli più facilmente verso la miglior forma di recupero circolare (riutilizzo, upcycling, riciclo, ecc.).    Contatti: Elena Ferrero, elena@atelier-riforma.it​​​​​​​
Economia circolare
Bandi Linea B
RROD
Il progetto che l’azienda Optimon intende realizzare mira allo sviluppo di un sistema per la gestione delle attività di raccolta rifiuti “a chiamata”. In particolare l’obiettivo è la realizzazione di un prodotto/servizio che può avere come fruitori tutte quelle aziende e, in senso lato, realtà, che gestiscono le attività di raccolta rifiuti in territori a bassa densità di popolazione, caratterizzate prevalentemente da due elementi ricorrenti: pochi punti di raccolta da dover gestire, distribuiti in modo diffuso in territori con distanze potenzialmente elevate.   Contatti: CESARIO MICHELE, m.cesario@optimon.it
Economia circolare
Bandi Linea B
SCD
Lo scopo di questa servizio d’innovazione è lo studio degli elementi necessari a realizzare un processo che diminuisca le elevate produzioni di CO2 e reflui azotati/fosfati dell’industria del biogas o di industrie con emissioni equiparabili. Il processo è basato sulla coltivazione delle alghe come alternativa per la cattura della CO2 il cui scarto/biomassa viene riutilizzato nel processo produttivo del biogas. L’attività di ricerca e analisi di laboratorio è rivolto a capire il comportamento delle alghe.    Contatti: Costantino Davide Arriviello, arriviello.davide@gmail.com​​​​​​​
Economia circolare
Bandi Linea B
SPM
La richiesta del servizio di innovazione nasce da necessità aziendali legate all’incremento della sicurezza digitale. Su molti progetti vengono condivise password tramite modalità e sistemi non sicuri; inoltre l’archiviazione della stessa è demandata spesso ai dipendenti e la maggior parte non fa utilizzo di uno strumento sicuro. L’obiettivo del progetto è di creare un password manager centralizzato che possa permettere una condivisione veloce, sicura e affidabile di tutte le password dei vari progetti, superando le problematiche legate a quanto indicato sopra.    Contatti: Michele Carelli, m.c@spsistemi.net​​​​​​​
Economia circolare
Linea A - Mezzogiorno
ARIADNE
Attualmente, l'attenzione dell'industria cosmetica per la cura dei capelli e del cuoio capelluto  è rivolta allo studio e allo sviluppo di nuovi prodotti in grado di ottimizzare le prestazioni delle tinture, migliorare la resistenza dei capelli al lavaggio, ai trattamenti liscianti, conferire morbidezza, volume ed elasticità ai capelli. ARIADNE mira a sviluppare un sistema per la concentrazione/purificazione di acidi carbossilici α,β-insaturi (α,β-UCAs) derivanti dai rifiuti dell'agroindustria gestito da un software di autoapprendimento. Questa soluzione consentirebbe un recupero industrialmente vantaggioso per la produzione di un balsamo condizionante formulato con ingredienti naturali che agiscono direttamente sulla struttura cheratinica dei capelli, apportando modifiche benefiche e garantendo risultati duraturi nel tempo.   Contatti: Giuseppe Ciccarella, giuseppe.ciccarella@unisalento.it
Economia circolare
Linea A - Mezzogiorno
C.A.U.S.A.
Il progetto "C.A.U.S.A. – Cosmetics Advanced Upcycling Solution Approach" è un'iniziativa ambiziosa che punta a trasformare l'industria cosmetica attraverso l'impiego di esteri lipidici ottenuti da oli vegetali di scarto, promuovendo al contempo la sostenibilità ambientale e l'innovazione. La collaborazione tra Il progetto promuove l'adozione di approcci sostenibili per la chimica fine: la sostituzione di solventi pericolosi con opzioni a basso impatto ambientale e l'introduzione di chimica. Un elemento chiave del progetto è la componente digitale avanzata. Questo consentirà il monitoraggio e il controllo in tempo reale dei processi chimici, migliorando l'efficienza operativa e contribuendo alla riduzione dei costi complessivi.   Contatti: Vincenzo Benessere, benessere.vincenzo@isuschem.it
Chimica verde
Linea A - Mezzogiorno
EXTRACITRUS
I processi di produzione agrumicola generano un'elevata quantità di scarti. L’obiettivo del progetto Extracitrus è la realizzazione di un sistema virtuoso, innovativo e basato sui principi della circular economy, per la valorizzazione degli scarti con tecnologia a fluidi supercritici per l’ottenimento di estratti ad alto valore aggiunto, da utilizzare nell'industria alimentare o come attivi per la cosmesi. L’intero processo di valorizzazione, si focalizzerà su aspetti fondamentali quali la tracciabilità e l’analisi di impatti ambientali ed economici.   Contatti: Carlo Pappone, carlopappone@mater.it
Economia circolare
Linea A - Mezzogiorno
ReGenFlow
ReGenFlow è un innovativo progetto incentrato sullo sviluppo di un sistema avanzato di trattamento delle acque di frantoio, denominato Dirty Water Sense Filter (DWSF). Il cuore del sistema DWSF è costituito da un filtro con biochar opportunamente funzionalizzato, derivato da opportune biomasse di partenza. Il biochar funzionalizzato possiede proprietà di assorbimento specifico dei polifenoli contenuti in soluzione che sono notoriamente dannosi per le comunità microbiche dei terreni la cui presenza è importante per produttività dei suoli. Il sistema DWSF è supportato da una sensoristica che valuta l'efficacia del processo di filtrazione. I sensori monitorano parametri chiave come, il flusso, la temperatura e la qualità dell'acqua in ingresso e in uscita dal filtro. Inoltre, la piattaforma digitale ReGenFlow, basata sull'intelligenza artificiale e sull'apprendimento automatico, analizza i dati raccolti e fornisce informazioni dettagliate sull'efficacia della filtrazione e sullo stato del sistema. Questo approccio consente una gestione ottimizzata del processo di filtrazione, migliorando l'efficienza e riducendo i costi operativi. Inoltre, il sistema DWSF è dotato di un sistema di controllo e automazione che monitora e regola i parametri del processo di filtrazione in modo efficiente. Questo sistema può essere integrato con la piattaforma ReGenFlow, consentendo un controllo remoto del sistema e l'ottimizzazione delle prestazioni in base ai dati raccolti.    Contatti: Antonio Proto, aproto@unisa.it
Trattamento acque
Linea A - Mezzogiorno
TerraFertilis
Il progetto TerraFertilis si propone di innovare le pratiche agricole sostenibili concentrandosi sull'ottimizzazione del compostaggio e sull'impiego efficace dei microrganismi per produrre terreno ricco di nutrienti. Utilizzando tecnologie digitali avanzate, il compostaggio diventa più efficiente e produttivo. Sensori avanzati consentono un'analisi in tempo reale, identificando le condizioni ottimali per la crescita microbica e migliorando l'efficacia del processo di compostaggio. Il progetto include un database dei microrganismi coinvolti nel compostaggio, facilitando la selezione dei ceppi più adatti. TerraFertilis mira anche a identificare sostanze preziose nei rifiuti agricoli attraverso un rigoroso controllo chimico, promuovendo il riutilizzo in agricoltura.   Contatti: Carmen Porcaro, direzioneambiente@c-c-s.it​​​​​​​
Economia circolare
Linea A - Mezzogiorno
TRUST
TRUST si concentra sulla gestione dinamica ed ecosostenibile della flotta dei veicoli per la raccolta dei rifiuti, il monitoraggio urbano e gli strumenti normativi per una tariffazione incentivante per l’applicazione della TARIP (Tariffa sui Rifiuti Puntuale). Diversamente dalla TARI, la TARIP si avvale della partecipazione diretta dei cittadini, dei quali viene premiata la loro collaborazione nel ridurre il più possibile la quantità di rifiuti non riciclabili. Ottimizzando dinamicamente i percorsi di raccolta, si riducono i tempi, i consumi energetici e le emissioni inquinanti. Gli automezzi fungono anche da stazioni di monitoraggio urbano, fornendo dati sulla qualità dell'aria e dello stato di degrado delle strade, i quali sono acquisiti in tempo reale mediante un'infrastruttura di comunicazione LoRa. Sarà, inoltre, condotta un'analisi di mercato per l'industrializzazione della soluzione tecnologica sviluppata e la definizione di nuovi modelli tariffari che favoriscano la diffusione della TARIP.   Contatti: Fernando Capone, fernandocapone@asiabenevento.it
Economia circolare
Linea A - Mezzogiorno
UMARI
Il progetto UMARI si impegna nella sfida dell'Agenda 2030 per garantire modelli sostenibili di produzione e consumo, focalizzandosi sulla gestione efficiente dei rifiuti agricoli in Calabria. L'obiettivo è estrarre e valorizzare fitocomplessi dai residui vegetali, ricchi di molecole bioattive con proprietà antiossidanti e antimicrobiche. Utilizzando pretrattamenti enzimatici e fermentativi, il progetto mira a massimizzare la resa di queste molecole nei fitoestratti, offrendo benefici nella nutraceutica, cosmetica e agricoltura. Un software basato su tecnologia blockchain gestirà la value chain UMARI, fornendo un passaporto digitale consultabile dai consumatori, mentre un software di predizione della shelf life valuterà la stabilità dei nuovi prodotti. Un'innovativa risposta alle sfide della sostenibilità e della tracciabilità nella produzione e nell'uso degli estratti bioattivi.   Contatti: Giovanni Notti, g.notti@geolabservizi.it
Economia circolare
Bandi Linea A
BLUE HORIZON
L'utilizzo non sostenibile di materiali e la gestione inefficace dei rifiuti rappresentano sfide ambientali significative. Il progetto BLUE HORIZON si concentra sull'innovazione nel settore dei pigmenti, trasformando la lolla di riso, un rifiuto agroalimentare abbondante, in blu egizio, un pigmento sostenibile con proprietà uniche. Oltre a ridurre lo spreco, il progetto mira a utilizzare questi pigmenti per l'addestramento di algoritmi di controllo di processo basati sull'intelligenza artificiale, ottimizzando così i processi produttivi e di riciclaggio. Questo approccio non solo contribuisce alla riduzione dell'impronta ecologica ma anche all'avanzamento delle economie circolari, evidenziando un forte impatto ambientale e industriale.     Contatti: - Marco Nicola, Adamantio srl, nicola.adamantio@gmail.com
Economia circolare
Chimica verde
Bandi Linea A
DIGITAL BIO-LEATHER
Digital Bio-Leather è una nuova pelle sintetica destinata al settore della moda, ottenuta da scarti di lavorazione del vino, senza l'utilizzo di solventi o acqua. Utilizza un processo innovativo di polimerizzazione catalitica per ottimizzare le caratteristiche meccaniche del materiale, riducendo significativamente il consumo energetico e le emissioni di CO2.     Contatti: - Francesco Merlino, CEO di Vegea - f.merlino@vegeacompany.com
Economia circolare
Chimica verde
Bandi Linea A
GES-CIR-MAN
Il progetto mira a sviluppare un modulo digitale per aiutare le industrie manifatturiere a categorizzare, monitorare e valorizzare i residui di scarto, integrandosi con il software zProduction e altri SaaS aziendali. Il modulo fornirà funzionalità di categorizzazione dei rifiuti, calcolo dello scarto nelle stime dei costi, gestione logistica del residuo di scarto e previsione della produzione di scarti.     Contatti: - Andrea Francica, CEO di Sandeza - andrea.francica@sandeza.com
Economia circolare
Bandi Linea A
GreenMatch
Il progetto GreenMatch si concentra sull'integrazione del monitoraggio e della gestione del parco macchine di Officina Meccanica TAU Srl finalizzato all'ottimizzazione della produzione e la gestione energetica, attraverso su sistema IoT avanzato di DNDG Srl. L'obiettivo è abbinare il fabbisogno energetico dell'azienda con la potenziale autoproduzione di energia da fonti rinnovabili e facilitare l'integrazione con una futura Comunità Energetica Rinnovabile (CER) nel distretto industriale.     Contatti: - Valentina Taulino, Officina Meccanica TAU Srl Email: ufficio-acquisti@meccanicatau.com  
Energie rinnovabili
Bandi Linea A
RiparianEye - Biomass
RiparianEye-Biomass è un progetto innovativo di Osservazione della Terra che mira a limitare la perdita di biodiversità di ambienti fluviali, trasformando il problema delle specie vegetali invasive (IAS) in risorse, con un approccio di Economia Circolare. Utilizzando l'intelligenza artificiale (AI) ed immagini aeree, produrrà una piattaforma digitale per il riutilizzo e la gestione efficiente della biomassa focalizzato sulla produzione di bioidrogeno e biomolecole ad alto valore aggiunto per il settore farmaceutico, nutraceutico e cosmetico, includendo un LifeCycle Assessment per quantificare l’impatto delle diverse opzioni.     Contatti: - Andrea Comino - a.comino@zirak.it
Economia circolare
Bandi Linea A
RiVision
Il progetto RiVision consiste nello sviluppo di un sistema smart per la gestione e controllo di macchine per la raccolta selettiva del PET. L’obiettivo è quello di elaborare un sistema di lettura affidabile, funzionale ed efficiente che riduca al minimo il margine di errore sul riconoscimento dell’imballo introdotto e che sia sicuro sul trattamento dati e attribuzione dei crediti al cliente. Per arrivare a questo si studierà un sistema di visione gestito da intelligenza artificiale che lavorerà in modo sinergico con il lettore del barcode.     Contatti: - Alessandro Persia, Ripet S.r.l. - sandro@ripet.it
Economia circolare
Bandi Linea A
The Circle
Il progetto "The Circle" si sviluppa su due livelli: il primo riguarda la caratterizzazione chimico-fisica e la sintesi di nuovi materiali composti green da materiali di scarto del settore edilizio, con un focus su materiali eco-cementati, conglomerati bituminosi, calcestruzzi a bassa emissione di carbonio e nuovi cementi green. Il secondo livello riguarda la creazione di una piattaforma SaaS Cloud per la tracciabilità di questi materiali, facilitando la conformità con i requisiti del Green Public Procurement e migliorando la tracciabilità e la conformità dei materiali utilizzati nei cantieri.     Contatti: - Ing. Marco C. Alessio - marco.alessio@cismondisrl.com
Economia circolare
Chimica verde
Bandi Linea A
WINTERAID
WINTERAID non è un semplice aggiornamento dei sistemi esistenti, ma una rivoluzionaria applicazione di sistemi di visione intelligente nel settore della manutenzione stradale invernale. Integrato in modo innovativo con attuatori a bordo dei veicoli, mira a ridurre la quantità di materiali utilizzati (sale, salamoie, miscele di vari tipi) e il loro impatto inquinante e corrosivo sull'ambiente e sulle infrastrutture stradali.     Contatti: - Fabrizio Abello, Giletta SpA - fabrizio.abello@buchermunicipal.com  
Economia circolare
Bandi Linea B
SAFE
La richiesta di servizio si colloca nell’ottica di ottenere le competenze scientifiche, tecniche e tecnologiche necessarie per poter rispondere ai due obiettivi primari del progetto SAFE, ovvero la transizione verso una scuderia sostenibile (obiettivo di tutela della salute ambientale) e sicura (obiettivo di tutela della salute umana e animale). Nell’ambito dell’obiettivo di sostenibilità ambientale, la richiesta di servizio prevede il supporto tecnico-scientifico per poter testare prototipi di tecnosuoli (nuovi terreni) per il footing equestre che siano sostenibili nell’ottica di ridurre l’uso di risorse naturali non rinnovabili (sabbia e acqua). Nell’ambito dell’obiettivo di tutela della salute umana e animale, il supporto tecnico-scientifico è richiesto per l’analisi microclimatica di scuderia del particolato e della frazione respirabile di silice (SiO2) che possono avere un impatto negativo sull’apparato respiratorio di cavalli e operatori. Inoltre, tale supporto è richiesto e per l’applicazione di tecnologie oggettive di analisi posturale, del movimento e dell’attività fisica che permettano di tutelare la salute di cavalli e cavalieri al momento dell’allenamento e della competizione.     Contatti: - Marta Tagliaferri, marta.tagliaferri@scuderia1918.com
Economia circolare
Bandi Linea B
SDIP
Nel corso degli ultimi 2 anni Sargomma, in collaborazione con l’artista Alessandro Ciffo, ha sviluppato delle lastre in silicone per applicazioni di interior design (rivestimenti per interni ed esterni) create a partire da scarti di lavorazioni industriali. Al fine di industrializzare la produzione di tali rivestimenti e rendere il prodotto pronto per la commercializzazione, Sargomma necessita di ulteriori servizi di ricerca, sviluppo e prototipazione (a cura di Alessandro Ciffo); e consulenza per design di prodotto e web design (a cura di Maurizio Prina) con l’obiettivo di creare una gamma di prodotti completa e predisporre strumenti digitali per permettere al potenziale cliente di visualizzare in anteprima la resa delle lastre/piastrelle scelte (colore, forma, ambiente scelto, ecc.) prima che vengano prodotte.     Contatti: - Giulia Delgrosso, Sargomma S.r.l. SB, giuliadelgrosso@sargomma.it
Economia circolare
Bandi Linea B
PI4ESG
Il servizio PI4ESG favorisce la transizione digitale attraverso l'implementazione di una piattaforma digitale basata su componenti di intelligenza artificiale (IA) dedicata alla raccolta, analisi ed elaborazione dei dati in ambito green e di sostenibilità ESG. Questa piattaforma sarà progettata con un'architettura a moduli, integrabile e scalabile, che coprirà tutte le fasi del data journey, dalla raccolta dei dati all'analisi e all'elaborazione per supportare decisioni strategiche inerenti alla transizione verde e alla sostenibilità ESG.   Contatti: - Stefano Pirilli, Seed Capital Pro stefano@seedcapitalpro.eu
Economia circolare