PoC Accademici

Scopri i progetti di Proof of Concept (PoC) a più ad alto impatto sociale ed economico per costituire nuove imprese. Scegli tra gli ambiti di tuo interesse e naviga i 61 PoC Accademici di NODES che coinvolgono team con più di 130 ricercatori per 5,7 milioni di euro di finanziamenti.
Elenco in corso di aggiornamento.

Tag
Aree Spoke
5. Industria della salute e silver economy
Finanziamento
NAPTER
La cardiopatia ischemica post-infarto è la principale causa di morte nel mondo, senza terapie cliniche capaci di ripristinare la funzionalità cardiaca. Gli RNA rappresentano una promettente frontiera terapeutica, ma i loro  impieghi clinici sono limitati per mancanza di sistemi di rilascio sicuri. Il progetto NAPTER sviluppa una nuova piattaforma di nanoparticelle polimeriche ibride per il rilascio sicuro ed efficace di specifici microRNA alle cellule bersaglio, con l'obiettivo di recuperare la funzionalità cardiaca riprogrammando i fibroblasti della cicatrice fibrotica in cardiomiociti. Le nanoparticelle NAPTER, biocompatibili ed efficaci secondo test preliminari, sono prodotte con un metodo brevettato scalabile. Il progetto include l'analisi dell'efficacia dose-dipendente, lo sviluppo di metodi basati sull'intelligenza artificiale, lo scale-up della produzione, test di de-risking e la definizione di una strategia di sviluppo industriale, con formazione imprenditoriale e contatto con investitori per la creazione di uno spin-off.           Contatti: Referente Valeria Chiono Email valeria.chiono@polito.it Tel +39 0110906920  +39 3273636923  
Eco healthcare
Finanziamento
NanoZoom
Il cancro è una delle principali cause di morte a livello globale e la diagnosi precoce è cruciale per migliorare i trattamenti. Il progetto NanoZoom si propone di sviluppare e ottimizzare un sistema sperimentale diagnostico che usi sonde di pressione ultrasonore e nanoparticelle biomimetiche (Lipo-NPs) per rilevare i tumori in modo rapido e preciso. Le Lipo-NPs migliorano il contrasto ecografico e permettono una sonoluminescenza potenziata, fornendo immagini diagnostiche ad alta risoluzione.  Biocompatibili e non tossiche, queste nanoparticelle aumentano la precisione della diagnosi per tumore del colon-retto e della mammella. L'intelligenza artificiale ricostruisce immagini 3D dettagliate, promettendo una rivoluzione nella diagnosi oncologica.          Contatti: Referente Valentina Cauda  Email valentina.cauda@polito.it Tel +39 0110907389 +39 3336333043  
Eco healthcare
Finanziamento
TWINs4RA
La sanità è in fase di trasformazione grazie all'innovazione digitale che offre nuove tecnologie per migliorare prevenzione, cure, sostenibilità economica e ambientale. I gemelli digitali di singoli organi, modelli personalizzati che si aggiornano con dati medici e sensori, rappresentano un'innovazione per la personalizzazione dell'assistenza sanitaria. Gli organ-on-chip (OoC) simulano in vitro le attività degli organi, contribuendo alla creazione di gemelli digitali e biologici.  Il progetto TWINs4RA mira a sviluppare una piattaforma microfluidica per la coltura 3D di tessuti articolari, concentrandosi sulla sinovia e il liquido sinoviale, oltre a integrare il sistema immunitario. La piattaforma utilizzerà organ-on-chip e gemelli digitali per creare modelli personalizzati della malattia, permettendo trial clinici personalizzati. Il gemello digitale, alimentato dai dati del gemello biologico tramite IA e machine learning, aiuterà a predire la risposta terapeutica di ogni paziente.         Contatti: Referente Annalisa Chiocchetti  Email annalisa.chiocchetti@med.uniupo.it ; info@aitwin.it  Tel +39 3492951764  
Eco healthcare
Finanziamento
PREDIRE
Il progetto PREDIRE mira a sviluppare un software basato su algoritmi di intelligenza artificiale e machine learning per predire con alta affidabilità la formazione di co-cristalli tra principi attivi e coformeri. Questa tecnologia è cruciale poiché il 70% dei nuovi farmaci presenta bassa solubilità, compromettendo l'efficacia terapeutica. I co-cristalli farmaceutici offrono una soluzione, migliorando le proprietà dei farmaci senza alternarne l'azione terapeutica. Tuttavia, la scelta del coformero giusto tra migliaia è un processo complesso. Il progetto mira a superare questo problema con un approccio predittivo, riducendo tempi, costi, e la necessità di prove sperimentali. In collaborazione con il progetto EXPANDO, si punta a sviluppare un sistema integrato per la creazione di farmaci più efficaci e accessibili.          Contatti: Referente Roberto Gobetto  Email roberto.gobetto@unito.it Tel +39 0116707520  +39 3343953536  
Eco healthcare
Finanziamento
Restore-MAM
Dopo la chemioterapia, la radioterapia o il trattamento chirurgico, spesso le pazienti affette da cancro al seno riferiscono deficit dell'arto superiore e linfedema nell'arto superiore ipsilaterale. Questi sintomi colpiscono più del 20% dei pazienti sottoposti a incisione ascellare. Sia il linfedema, sia il dolore, sia il deficit motorio possono diventare cronici con un impatto significativo non solo sul benessere fisico ma anche psicologico delle pazienti. L'esercizio fisico in queste pazienti, ottimizzato per quantità ed intensità svolge un ruolo importante nel ridurre il numero e la gravità degli effetti collaterali e contribuisce a migliorare la qualità della vita.  Inoltre, è dimostrato che le donne affette da carcinoma mammario che mantengono una appropriata attività fisica hanno minor rischio di recidive e di sviluppo di altre malattie croniche e in definitiva una migliore sopravvivenza globale. Il progetto RESTORE-MAM mira a utilizzare la telemedicina per offrire terapie di supporto, migliorando la funzionalità dell'arto superiore con cure personalizzate attraverso un'app mHealth.        Contatti: Referente Lia Rimondini  Email lia.rimondini@uniupo.it Tel +39 0321 660673  
Digital care innovation
Finanziamento
DIAGNO-VAP
La polmonite associata alla ventilazione meccanica (VAP) è un'infezione frequente nelle terapie intensive, difficile da diagnosticare rapidamente e accuratamente. La diagnosi di VAP richiede tempo, portando spesso all'uso di antibiotici ad ampio spettro e al conseguente overtreatment, aumentando il rischio di resistenze antibiotiche.  L'obiettivo del progetto DIAGNO-VAP è sviluppare un test diagnostico rapido e poco invasivo per l'identificazione delle infezioni batteriche in terapia intensiva attraverso l'analisi dell'esalato condensato (EBC).  Questo metodo, già testato su pazienti intubati e non, mira a identificare biomarcatori di patogeni dell'EBC per creare un kit diagnostico. Il kit utilizzerà anticorpi specifici e sarà accompagnato da una piattaforma digitale per l'analisi e l'interpretazione dei risultati, permettendo diagnosi e trattamenti più tempestivi e riducendo le resistenze antibiotiche. Il team comprende ricercatori e medici specializzati in chimica analitica, biochimica e terapia intensiva.      Contatti: Referente Elettra Barberis  Email elettra.barberis@uniupo.it Tel +39 3393752351  
Eco healthcare
Finanziamento
POTENTE
POTENTE mira a sviluppare biomateriali vetrosi e ceramici (vetro bioattivo, idrossiapatite, zirconia) per promuovere l'osteointegrazione e ridurre le infezioni senza antibiotici, usando trattamenti al plasma non termico a pressione atmosferica. Questa tecnologia, poco esplorata per questi materiali, offre vantaggi rispetto ai metodi attuali. Il progetto prevede nuovi trattamenti al plasma, la loro caratterizzazione e la creazione di prototipi, con possibili applicazioni estese anche ad altri settori biomedici.      Contatti: Referente Marta Miola Email marta-miola@polito.it Tel  +39 0110904717  
Digital care innovation
Finanziamento
REPERTOR.IO
Gli studi sulle preferenze dei pazienti (PPS) sono cruciali nella ricerca clinica per progettare studi e sviluppare terapie, ma presentano sfide metodologiche legate all'eterogeneità delle preferenze. Repertor.io mira a facilitare l'uso dei PPS nei processi decisionali sanitari con una piattaforma per la raccolta e analisi delle preferenze, migliorando le strategie sanitarie e lo sviluppo di terapie. Questa piattaforma supporta enti di valutazione delle tecnologie sanitarie, ricercatori per la selezione di endpoint rilevanti e aziende farmaceutiche nella pianificazione degli investimenti in R&D. Il mercato globale delle soluzioni per l'engagement dei pazienti, di cui i PPS fanno parte, è valutato a 17,88 miliardi di dollari con un tasso di crescita del 20,1% tra il 2023 e il 2028.      Contatti: Referente Paola Berchialla   Email paola.berchialla@unito.it Tel +39 3478768532  
Digital care innovation
Finanziamento
IMPAVID 2.0
L'insufficienza cardiaca è una sindrome complessa con elevata morbilità e mortalità che colpisce 64 milioni di persone e costa oltre 100 miliardi di dollari l'anno. Per affrontare questa sfida, è stato sviluppato un patch cardiaco multistrato, biocompatibile e riassorbibile, che imita le proprietà meccaniche/anisotropiche del miocardio ed è progettato per interagire a livello molecolare con diverse tipologie di cellule cardiache. Gli obiettivi sono ridurre il rischio tecnologico e creare una nuova realtà imprenditoriale nell'Ecosistema NODES. Studi proof of concept su maiali e ratti hanno dimostrato le capacità cardioprotettive del patch e hanno portato a nuove tecnologie brevettabili. Il progetto IMPAVID 2.0 mira a colmare il divario tra ricerca e industria, rendendo il dispositivo disponibile ai pazienti, con benefici economici e miglioramenti nella qualità della vita e nelle cure. Il team multisciplinare analizzerà la sostenibilità economica dell'innovazione e il rapporto rischio/beneficio, coinvolgendo i principali attori del settore medtech.      Contatti: Referente Claudia Giachino  Email chiara.giachino@unito.it Tel +39 0116705056  
Eco healthcare
Finanziamento
BRAVE
Il progetto BRAVE mira a validare un dispositivo biodegradabile innovativo per la riparazione delle rotture tendinee, eliminando l'uso di suture. Sviluppato a Torino, sarà testato sul tendine di cavallo come modello per il tendine d'Achille umano. I risultati attesi includono l'implementazione della nuova tecnica, valutazioni meccaniche e di micro-vascolarizzazione, e test di vitalità cellulare. I beneficiari principali sono pazienti umani e animali con rotture tendinee, oltre al personale medico-veterinario. Questo dispositivo promette di migliorare la qualità della vita e di avanzare la ricerca in chirurgia ortopedica e medicina rigenerativa.      Contatti: Referente Andrea Bertuglia Email andrea.bertuglia@unito.it Tel +39 0116709058 +39 3470034742  
Eco healthcare