Agroindustria primaria

Promuove lo sviluppo di tecnologie digitali volte a migliorare la sostenibilità delle produzioni agricole per la trasformazione industriale.

Scopri di più

Agroindustria primaria

Promuove lo sviluppo di tecnologie digitali volte a migliorare la sostenibilità delle produzioni agricole per la trasformazione industriale.

Scopri di più

Lo Spoke 6 Agroindustria primaria

Promuove lo sviluppo sostenibile dei territori agricoli tramite sensoristica, sistemi di mappatura, raccolta, elaborazione dati e sviluppo di servizi.

 

È coordinato dall'Università di Pavia e coinvolge enti pubblici di ricerca e territoriali per lo sviluppo sostenibile di territori agricoli tramite sistemi di innovazione digitale.

News

Notizie
 - 
Student Challenge per l'Agroindustria Primaria: Spoke 6 Annuncia i Vincitori e le Sfide di Marketing
Nella recente edizione della prima Student Challenge per l'Agroindustria Primaria promossa dallo Spoke 6 "Agroindustria Primaria", tre aziende si sono distinte come proponenti di sfide di innovazione e digitalizzazione. Le vincitrici sono state due aziende vitivinicole dell'Oltrepò Pavese, Rossetti&Scrivani e Calatroni, insieme a Ape dei Monti, un'azienda dell'industria del miele.   Gli studenti del corso di Advanced Digital Marketing del corso di Comunicazione Digitale dell'Università di Pavia, coordinati dalla Prof. ssa Elisa Conz, saranno chiamati a rispondere alle sfide di marketing proposte dalle tre aziende. Queste sfide includono il rebranding e il posizionamento per Rossetti&Scrivani, lo sviluppo di una nuova offerta di prodotti per Ape dei Monti e la revisione della proposta comunicativa per Calatroni.    La challenge coinvolgerà gli studenti nel creare piani di digital marketing per migliorare l'awareness, l'engagement e le conversioni dei brand a livello nazionale e internazionale, concentrando l'attenzione sulla competitività del settore. Gli studenti dovranno anche considerare come le aziende utilizzano o intendono utilizzare gli strumenti di comunicazione digitale per promuovere la loro storia, sostenibilità e qualità dei prodotti, mettendo in evidenza l'identità culturale, l'innovazione e la sostenibilità.    Questa iniziativa non solo offre agli studenti l'opportunità di mettere in pratica le loro conoscenze in contesti reali, ma promuove anche la collaborazione tra il mondo accademico e quello imprenditoriale, incoraggiando l'innovazione e lo sviluppo di soluzioni creative. La Challenge si preannuncia come un'esperienza formativa e gratificante per tutti i partecipanti.   Per maggiori informazioni sulla challenge, le sfide proposte, e i vincitori, si rimanda alla pagina dedicata al bando ufficiale.     BANDO E VINCITORI

Notizie
 - 
Lancio del Progetto SPIDAP: Rivoluzione Digitale nell'Agrumicoltura Siciliana
Nel contesto della crescente digitalizzazione del settore agricolo, due aziende siciliane, Agrigeos e Lualtek, hanno unito le forze per inaugurare il progetto SPIDAP - Sviluppo di una Piattaforma Digitale basata su Intelligenza Artificiale per l'Agrumicoltura di Precisione. Questa iniziativa, finanziata nell'ambito dei Bandi a Cascata del Mezzogiorno di Spoke 6 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), rappresenta un punto di svolta nell'ottimizzazione delle pratiche agricole nell'isola.   Agrigeos, con sede operativa ad Acireale, e Lualtek di Comiso, hanno preso l'iniziativa di rispondere concretamente alle sfide affrontate dagli agrumicoltori siciliani, che devono fronteggiare un ambiente caldo-arido e la conseguente necessità di gestire con precisione le risorse idriche.   Il progetto SPIDAP si distingue per il suo approccio innovativo, basato sull'utilizzo di tecnologie avanzate e sull'integrazione di sistemi di intelligenza artificiale per ottimizzare l'irrigazione e migliorare le rese agricole. La collaborazione tra Agrigeos e Lualtek è supportata anche dall'Istituto dei Materiali per l'Elettronica e il Magnetismo (IMEM) del CNR di Parma, che fornisce consulenza e ricerca.   Il Kick-off meeting di SPIDAP si è tenuto ad Acireale, presso la sede operativa di Agrigeos, evidenziando l'importanza del coinvolgimento delle figure tecniche delle due aziende nel progetto.   Il cuore del progetto SPIDAP risiede nell'implementazione di un sistema di supporto decisionale che permetta agli agricoltori di monitorare con precisione il fabbisogno idrico delle piante di agrumi. Questo sistema si basa su tecnologie di sensoristica avanzata sviluppate da Lualtek e sfrutta i dati ottenuti tramite la piattaforma Plantarray per la fenotipizzazione delle piante e il sensore Bioristor per il monitoraggio in tempo reale dei fabbisogni idrici.   Plantarray, sviluppato dalla start-up israeliana Plant Di-tech e adottato da Agrigeos, consente la raccolta di dati fisiologici delle piante in risposta alle condizioni ambientali mute, mentre il sensore Bioristor, realizzato dall'IMEM-CNR di Parma, monitora continuamente i fabbisogni idrici delle piante.   Secondo Salvatore Nicolosi, amministratore di Agrigeos, questa collaborazione tra le PMI siciliane è di grande valore e potrebbe avere ricadute significative sulla società nel suo complesso. Marco Acciai, responsabile scientifico del progetto, sottolinea che SPIDAP mira a migliorare l'efficienza nell'uso dell'acqua di irrigazione, garantendo produzioni agricole abbondanti e di alta qualità. Luca Occhipinti, fondatore di Lualtek e coordinatore del progetto, evidenzia l'importanza dei modelli previsionali in agricoltura e il ruolo cruciale che il progetto SPIDAP svolgerà nell'innovazione del settore agricolo. Michela Janni, ricercatore del CNR-IMEM, sottolinea il contributo fondamentale del sensore Bioristor nel perfezionare il sistema di supporto decisionale di SPIDAP, migliorando l'efficienza nell'uso delle risorse idriche e promuovendo la sostenibilità.   Agrigeos e Lualtek, rispettivamente un Centro di saggio specializzato e una start-up innovativa, incarnano l'impegno e la determinazione delle aziende siciliane nel promuovere l'innovazione nel settore agricolo. Il progetto SPIDAP rappresenta un passo significativo verso una gestione più intelligente e sostenibile delle risorse agricole, offrendo soluzioni concrete alle sfide ambientali e economiche che affronta l'agrumicoltura siciliana.      

Notizie
 - 
Call for abstracts: Nature based solution for increasing resilience to water-related hazards
Aperta la Call for Abstracts per partecipare alla sessione “NODES. Nature based solution for increasing resilience to water-related hazards” nell’ambito del convegno internazionale TerraEnVision.   I rischi naturali, come l’instabilità dei versanti, le inondazioni e la siccità rappresentano una tematica di rischio a livello globale, specialmente negli agroecosistemi in zone semi-aride come quelle mediterranee. Con il cambiamento climatico in atto, questi eventi stanno diventando sempre più frequenti ed intensi, richiedendo quindi approcci innovativi e sostenibili per mitigarne l'impatto ambientale.   La sessione proposta nel contesto del progetto NODES - Spoke 6 mira a esplorare il ruolo delle “nature-based solutions” (NbS) nel mitigare gli impatti dei rischi legati ai dissesti idrogeologici negli agroecosistemi.    Sono benvenuti i contributi di ricercatrici e ricercatori e stakeholders, il cui lavoro tratti gli aspetti biologici, agronomici, geologici, geomorfologici e idrogeologici, nonché applicazioni multidisciplinari di NbS per la riduzione dei rischi legati all'acqua, come tecniche di rilevamento e modelli volte a misurare, monitorare e prevedere gli effetti di NbS e dei cambiamenti climatici sugli agroecosistemi. Questa sessione punta a fornire una completa comprensione del potenziale delle NbS come vettore di resilienza contro i rischi legati ai dissesti idrogeologici, con implicazioni per agricoltori e istituzioni pubbliche, nella riduzione del rischio dei dissesti idrogeologici.    La sessione è coordinata da ricercatori e ricercatrici dell’Università di Pavia afferenti al Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente e al Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura.   La call for abstracts è aperta dal 04/03/2024 al 01/06/2024.   La sessione sarà condotta nell’ambito del Congresso internazionale “TerraEnVision - Nature-based solutions to facilitate the transitions for living within the planetary boundaries” (Valencia 08-11 Luglio 2024).   Conveners: Prof. Valerio Vivaldi, Prof.ssa Nadia Bertolino   Link congresso    Call for abstracts      

Notizie
 - 
Aperte le iscrizioni del corso Wine & Branding - Digital Marketing for Food & Beverage sector
Il Dipartimento di Management dell'Università degli Studi di Torino presenta il corso "Wine&Branding - Digital Marketing for Food&Beverage sector." Questo percorso formativo, inserito nell'ambito del progetto NODES e parte delle iniziative di formazione continua di Spoke 6, si svolgerà dal 19 aprile al 15 giugno 2024.   Il corso è rivolto a imprese, professionisti del settore agroalimentare, dipendenti di aziende e aspiranti tali. A guidare il percorso è la Prof. ssa Anna Claudia Pellicelli del Dipartimento di Management di UniTO.    Il corso adotta un approccio multidisciplinare focalizzato sul settore agricolo dell'industria primaria. L'analisi della storia e della cultura del vino gioca un ruolo cruciale, approfondendo non solo le tradizioni vitivinicole locali ma anche il contesto attuale e futuro del Wine Marketing. Particolare attenzione verrà dedicata ai nuovi trend e alle sfide emergenti nel settore.    Le figure professionali formate acquisiranno competenze avanzate di Marketing applicato al Food&Beverage, concentrandosi sulla comprensione dei comportamenti e delle preferenze dei consumatori nel processo decisionale d'acquisto. L'approfondimento delle tecniche avanzate di Customer Relationship Management (CRM) e di comunicazione dei prodotti vitivinicoli permetterà di personalizzare l'esperienza del cliente. Le strategie di marketing vengono adattate alle esigenze specifiche dei diversi segmenti di mercato, identificando e capitalizzando i nuovi trend di consumo, come il crescente interesse per il vino biologico, naturale e le preferenze dei Millennials.    Un aspetto chiave del corso riguarda l'approccio al vino sui social media, dove i professionisti possono utilizzare le piattaforme digitali per promuovere i prodotti, coinvolgere i clienti e costruire un forte legame emotivo con il brand.    Il corso approfondisce inoltre la segmentazione di mercato, la costruzione del brand e la definizione delle buyer persona. Queste competenze sono fondamentali per creare strategie di marketing efficaci e differenziate nel settore vinicolo, tenendo conto delle peculiarità del territorio e delle preferenze dei consumatori.    L'interesse verso il corso si sta dimostrando molto alto e restano pochi posti disponibili! Per informazioni corsodigital@unito.it o clicca qui:     INFORMAZIONI  

Eventi

Streaming
 - 
Spoke 6 Assembly: appuntamento online il 23 Gennaio 2024
Lo Spoke 6 - Agroindustria primaria - organizza per il 23 Gennaio 2024 una serie di incontri online per valutare da vicino, con i gruppi e i propri Partners, lo stato dei lavori dello Spoke in vista della General Assembly dell'Ecosistema. Il dettaglio del programma è in corso di definizione e sarà reso disponibile nei prossimi giorni. Tra le attività previste, lo Stato di avanzamento per i Work Package (Booster), l'analisi dello stato dell’arte e dei progressi compiuti dallo Spoke per ciascuna task e da ciascun partner secondo il Programma del Progetto NODES - Nord Ovest Digitale E Sostenibile - finanziato dai fondi MUR del PNRR-NextGenerationEU in cui saranno esaminati:   Ecosystem’s engagement and development by Spoke Research Booster Competente Booster Innovation Booster Acceleration Booster Monitoring, evaluation and impact

Incontri
 - 
Università di Pavia presenta le opportunità di finanziamento per i servizi della linea B di NODES dedicata alle imprese dell'agroindustria primaria
L'Università degli Studi di Pavia è pronta ad ospitare un evento dedicato alle Piccole e Medie Imprese (PMI) del Nord-Ovest italiano. il prossimo 6 Ottobre, in Aula Foscolo, saranno illustrate le opportunità di finanziamento offerte attraverso i bandi a cascata, con un focus speciale sulla LINEA B dedicata ai servizi disponibili per le aziende operanti nell'agroindustria primaria.   La giornata è destinata principalmente alle PMI con sede operativa in Piemonte, Valle d'Aosta, o nelle province di Pavia, Como, Varese, Bergamo, Brescia, Milano, Lodi, Piacenza, Cremona e Mantova e ai loro fornitori. Questo evento fornirà un'occasione unica per comprendere come le imprese possano beneficiare dei finanziamenti previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).   L'agenda dettagliata della giornata include i seguenti momenti chiave:   10:30 – 11:00 Caffè di benvenuto e registrazione    11:00 – 11:15 Introduzione all’Ecosistema NODES e alle attività di Spoke 6    11:15 – 11:30 "I bandi a cascata per le imprese". Presentazione delle opportunità di finanziamento per le aziende con particolare focus sulla Linea B   11:30 – 13:00 Esempi pratici di servizi finanziabili – Brevi interventi dei ricercatori NODES coinvolti in Spoke 6, intervistati da Carlo Gariboldi   13:00 – 14:00 Pranzo buffet   14:00 – 15:00 "Linea B – come si presenta la domanda?" – Allegati, ammissibilità finanziaria e sistema Telemaco in pratica con l’intervento di Unioncamere    15:00 – 16:00 Incontri 1-1 personalizzati con l'ufficio del Trasferimento Tecnologico dell’Università di Pavia nell'ottica di ricevere un supporto mirato per accedere ai finanziamenti in ambito PNRR NODES   La partecipazione a questo evento informativo e di networking richiede l'iscrizione.    Aula Foscolo, ingresso su Corso Strada Nuova 65, Pavia    Iscriviti  

Incontri
 - 
"Orto in festa" Spoke 6 celebra i 250 anni dell'Orto Botanico di Pavia
In occasione dei 250 anni dell’Orto Botanico di Pavia, domenica 24 settembre 2023 (presso Piazzetta S. Epifanio e l’Orto Botanico di Pavia) si terrà la “X Mostra e mercato contadino delle varietà locali tradizionali lombarde”.     La giornata è dedicata al tema delle antiche cultivar agricole e alla ricerca svolta nell’ambito dei Flagship Project di NODES Spoke 6 “Primary Agroindustry” VINO (Vineyard management for vine production) e FORMIDABALÆ (Forage system to make resilient maize, dairy and biogas supply chains for a lasting agricultural ecosystem) con la mostra interattiva rivolta al pubblico delle attività di ricerca condotta dai ricercatori coinvolti nei progetti. Nel dettaglio:     11:30-17:30   Mostra interattiva a cura dei ricercatori coinvolti nei progetti VINO e FORMIDABILÆ (nell’ambito del progetto PNRR “Ecosistemi dell’Innovazione” NODES “Nord Ovest Digitale e Sostenibile”). Partecipano ricercatori afferenti a Università degli Studi di Pavia, Università di Torino, Università Cattolica del Sacro Cuore e Università degli Studi di Sassari    14:30-17:00  Eventi sui temi dei progetti VINO e FORMIDABLÆ condotti da Carlo Gariboldi redattore della Provincia Pavese :                                                                                                                                                              Una Stalla per la Ricerca FORMIDABILÆ. Chiacchierata su come migliorare l’efficienza, il benessere animale e la sostenibilità delle bovine da latte in un contesto di cambiamento climatico. Presentazione di Cerzoo azienda agro-zootecnica innovativa. Ospite: Professor Antonio Gallo (Università Cattolica del Sacro Cuore)                                                                                                      Dove va il mondo del VINO? Chiacchierata sulle tendenze del mercato e cambiamenti climatici.       

Incontri
 - 
Spoke 6 - Presentazione Bandi a cascata NODES Linea A per il Mezzogiorno
  Lo Spoke 6 organizza un importante evento presso il Consorzio Uno (Università di Oristano; Chiostro del Carmine - Oristano) in collaborazione con Università di Pavia e Università di Sassari (UNISS), partner del Sud.    L’evento rappresenta un’opportunità unica per le imprese per conoscere i bandi a cascata della Linea A, unicamente dedicata al territorio del Mezzogiorno, dello Spoke 6 dell’Ecosistema NODES - Nord Ovest Digitale E Sostenibile.Il bando, finanziato con fondi PNRR, ha l’obiettivo di sostenere le imprese nella realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Possono partecipare micro, piccole e medie imprese (MPMI) in modalità individuale o collaborativa e sole le grandi imprese (GI) in collaborazione con altre aziende.     L’obiettivo è raggiungere imprese fortemente interessate a introdurre innovazioni di prodotto, processi o servizi nell’ambito dell’innovazione digitale o progetti pilota su una specifica tecnologia o struttura innovativa. La progettualità espressa è orientata verso dimensioni e livelli di maturità tecnologica (TRL) elevati, verso l’innovazione più prossima al mercato (fase prototipale).    Durante l’evento, verranno presentati i progetti NODES e Spoke 6 - Agrindustria primaria - di cui l’Università di Pavia è coordinatore - nonché i bandi a cascata per ricerca e innovazione e le attività di formazione per le imprese, lasciando anche una finestra aperta per confronti diretti con gli interlocutori.    Si tratta di un’opportunità unica per le imprese per condividere know-how, percorrere nuove strade tecnologiche e sostenibili con partnership di eccellenza.    L'incontro si svolgerà a partire dalle 15.30 in presenza presso il Chiostro del Carmine, Consorzio Università di Oristano, AULA 1, Primo piano    ISCRIVITI    DIRETTA STREAMING